Antincendio boschivo

Le Organizzazioni di Volontariato di Protezione Civile come il V.E.R., fanno parte della struttura operativa di prevenzione e spegnimento del sistema regionale A.I.B. della Liguria.

I volontari che decidono di far parte del dispositivo A.I.B. frequentano corsi di formazione specifici tenuti dagli Enti territoriali preposti. Alla fine del corso, i volontari con qualifica A.I.B. potranno operare sul fronte fuoco. Il mancato superamento del corso di formazione preclude la possibilità di operare sugli incendi boschivi.

Se hai deciso di  impiegare parte del tuo tempo libero nell’Antincendio boschivo dovrai, innanzitutto, sostenere delle visite mediche specialistiche idonee al conseguimento dell’idoneità fisica indispensabile per operare sul fronte degli incendi. Solo dopo avuta l’idoneità potrai partecipare al corso di specializzazione “AIB1” che frequenterai  dopo aver terminato i corsi di p.c.: “A1” e “A2”.

Scopo del corso “AIB1” è formare, attraverso l’acquisizione di metodologie teorico pratiche, i volontari di Protezione Civile da impiegare nella lotta attiva contro gli incendi boschivi: nelle attività di spegnimento con mezzi a terra, di ricognizione, sorveglianza, avvistamento e allarme.

I volontari A.I.B. operano sull’incendio boschivo con indossati obbligatoriamente di tutti i D.P.I. previsti e utilizzando le attrezzature idonee allo spegnimento del fuoco, in  squadre di almeno 4 persone, compreso il capo squadra o il capo unità 

Nell’ambito dei corsi di specializzazione A.I.B. ci sono:

  • il corso per l’elicooperazione, che abilita il volontario ad essere elitrasportato sul luogo dell’incendio con l’elicottero;
  • il corso per l’utilizzo della motosega e decespugliatore;
  • il corso da caposquadra A.I.B.

I citati corsi sono organizzati dagli Enti territoriali preposti e sono fruibili solamente dopo il conseguimento della qualifica A.I.B.

A.I.B.