LE TELECOMUNICAZIONI NELL'ASSOCIAZIONE

La radio è uno strumento di comunicazione semplice e affidabile; nelle calamità naturali la storia insegna che i classici mezzi di comunicazione, più complessi come i cellulari e internet, vanno in tilt. Con la radio questo non accade, perché le comunicazioni si svolgono da radio a radio in isofrequenza (diretta), oppure mediante il collegamento ad un ponte radio che ritrasmette il segnale con una copertura maggiore; è una tecnologia che non dipende dal ripetitore. Le comunicazioni radio sono possibili anche in caso di blackout, gli apparati e il ponte radio, sono dotati di batteria e/o gruppi elettrogeni che permettono una lunga autonomia, ed a differenza della rete telefonica richiede poca energia per funzionare. In situazioni di emergenza è uno strumento fondamentale e che non deve mai mancare nell'equipaggiamento. L’uso di questo strumento è facilissimo e comodo, infatti per parlare basta tenere premuto un pulsante (PTT) e tutte le persone sintonizzare sulla stessa frequenza riusciranno contemporaneamente ad ascoltare il messaggio. La nostra associazione è stata fondata da un gruppo di Radioamatori. Inizialmente la banda dei 27 MHz, ovvero sulla banda CB. Da un po' di anni ci siamo evoluti e abbiamo attivato un nostro ponte radio in banda VHF civile, che ci permette di comunicare tra membri dell'associazione in servizio sul territorio genovese e la sede presenziata durante la maggior parte delle attività di protezione civile per non occupare i canali istituzionali della Regione Liguria e Comune di Genova. Grazie al ponte radio abbiamo una portata migliore a differenza del CB e attraverso le "chiamate selettive", è possibile usare la radio anche come cercapersone facendola squillare o mandando un breve messaggio di testo (chiamata selettiva di stato).