“Pie” è nato il 12 novembre 2011 a Reggio Emila. Il nome sul pedigree è altisonante: “My lucky day”  ma in famiglia abbiamo deciso di chiamarlo “Pasticcio”. E’ un  Flat Coated: appartiene alla “famiglia” dei retriver come il Golden e il Labrador  ma ha altri cugini meno noti come il Chesapeake Bay, il Nova Scotia Duck Tolling e il Curly Coated. Qualche Autore ritiene che sia il più antico di tutti i retriver. Il Flat viene definito il “Peter Pan” dei cani, è un cane perennemente allegro, che ha sempre voglia di giocare, con una coda in continuo movimento e due occhi in cui brilla una luce che è insieme gioiosa e ironica. E’ un cane dall’aria un po’ scanzonata che sembra sempre dire “si, ok, lavoriamo, ci diamo da fare, ma in fondo la vera essenza della vita è il gioco e il divertimento”; ama baciare, saltare addosso e perfino farsi abbracciare. Il Flat é un cane dall’altissima docilità e dalla grande fiducia nei membri umani del suo branco: quindi adora il rapporto fisico con l’uomo. Tutto questo comporta  la necessità di tenerlo strettamente inserito nel branco. Lui ha un bisogno vitale di stare vicino ai suoi umani, tanto che, lasciato solo, si ingegnerà in ogni modo per tornare vicino al suo proprietario e non a torto è chiamato “I’Houdini dei cani” per la sua abilità di liberarsi da vincoli che mal sopporta.  Le caratteristiche dalla razza ben si combinano con le qualità dei suoi concittadini:  sono teste quadre e hanno gli spigoli, l’alimentazione è fondata per il 70% sul maiale e per il restante 30% sul lambrusco ma Pie adora anche il Parmigiano Reggiano Stravecchio… È operativo sul territorio con il suo conduttore Sergio.